Lizzette è nata a San Pedro Sula, Honduras. Dopo qualche anno la famiglia si è trasferita a New York City dove ha trascorso la sua adolescenza. Da giovane la sua ambizione era di poter studiare archeologia per rientrare in Honduras e partecipare agli scavi dei reperti Maya di cui la nazione è molto ricca. Ma un giorno, mentre passeggiava in una strada di New York, una persona le si è avvicinata e le ha rivolto una proposta interessante. Era una proposta a cui Lizzette non aveva mai pensato nè valutato come possibile. La persona era Eileen Ford, fondatrice della famosa agenzia di modelle di New York, e la proposta era che Lizzette diventasse modella. Lizzette, dopo aver ponderato a lungo la proposta, decise di aderire. Infatti la proposta era interessante e le avrebbe permesso di viaggire, visitando altre nazioni, pur continuando gli studi. In breve Lizzette ebbe molto successo nel mondo moda e cominciò a viaggire in Europa lavorando per le migliori riviste del tempo: Elle, GQ, Harper’s Bazaar e molte altre.

Nei suoi viaggi in Italia, aveva sviluppo un’amicizia con Peppone Della Schiava editore di Harper’s Bazaar Italia e prese una importante decisione. Dopo alcune prove, decise di abbandonare la carriera di modella e di accettare la posizione nello staff editoriale della rivista Cosmopolitan Italia come responsabile dei servizi fotografici. Lizzette aveva un’indiscussa abilità nello scoprire nuovi talenti nei giovani fotografi. In brevissimo tempo la sua professionalità, dedizione e passione fu premiata con la posizione di Fashion Director di Cosmopolitan Italia e di Editor-in-chief di Harper’s Bazaar Italia. In questi anni lanciò e consolidò la carriera professionale di diversi grandi fotografi di successo come Bruce Webber, Chris von Waggenheim, Arthur Elgort, Patrick DeMachelier, Tiziano Magni, Jimmy Moore, Herb Ritts e Steven Meisel. Questi fotografi erano ai tempi giovani e ancora alle prime armi, Lizzette gli diede fiducia e spazio ai loro lavori nelle pagine delle sue riviste.

Oltre a lanciare e promuovere nuovi talenti, Lizzette fu una delle prime editrici a sviluppare una collaborazione che andava oltre allo schema tradizionale dei servizi editoriali di moda. Fu la prima a citare i nomi di chi partecipava alla produzione dei servizi di moda, per questo i migliori professionisti facevano a gara per poter lavorare insieme a lei. Fu in grado quindi di sviluppare forti collaborazioni con personaggi già famosi come Helmut Newton, Robert Maplethorpe, Albert Watson e Norman Parkinson.

Un altro successo di Lizzette è stata la creazione e lancio di due nuove riviste di moda, Harper’s Bazaar Men’s nel 1979 e Harper’s Bazaar France nel 1983. Per la prima volta nel mondo delle riviste di moda una donna, Lizzette, occupava simultanemente la posizione di Editor in Chief di ben quattro importanti riviste di moda in più nazioni.

        

La passione e la dedizione di Lizzette hanno lasciato il segno nel mondo moda: oggi grand parte delle persone famose e di successo nel mondo della moda, sono state scoperte o hanno attivamente collaborato con Lizzette.

Nel 1986 Lizzette ha deciso di lasciare questi importnati incarichi per concentrarsi sulla famiglia e i due figli.